enit

Archeowiki

Tecniche edilizie

Museo Archeologico Nazionale Palestrina

I monumenti di Praeneste, la cui costruzione si distribuisce lungo almeno sette secoli di storia, consentono anche di osservare l’evoluzione delle tecniche edilizie nell’antichità. Le mura difensive, come pure le strutture di terrazzamento sono costruite in opera poligonale, detta anche ciclopica. I grossi elementi di forma irregolare che vengono utilizzati in questa tecnica – utilizzata nel Lazio tra VII e ... Continua a leggere »

Tempio romano e tempio greco

Basilica

Quando si parla di templi antichi l’immaginazione corre normalmente alle costruzioni greche, caratterizzate da portici in marmo bianco che circondano una cella e sostengono tetti triangolari decorati dai famosi frontoni scolpiti. Questo tipo di edificio, in realtà, presente nelle colonie greche in Italia fin dal VII secolo a.C., si diffonde a Roma e presso le popolazioni italiche solo a partire ... Continua a leggere »

Mosaico nilotico

Mosaico Nilotico

L’aula absidata, nel foro dell’antica città ospitava nell’abside terminale il grande mosaico colorato che rappresenta la scena della piena del Nilo. Si tratta di un pavimento assai raffinato, realizzato sul posto nel II secolo a.C. da artigiani provenienti da Alessandria d’Egitto, la cui scena è verosimilmente la copia di una grande pittura esposta nella famosa Biblioteca di quella città. Una ... Continua a leggere »

Fasti Prenestini

Fasti Prenestini

Nel Latium Vetus, la regione intorno a Roma della quale Praeneste era una dei centri principali, ogni città aveva un proprio calendario che teneva conto delle stagioni, ma anche delle festività locali. Con il consolidarsi del dominio romano, i centri del Lazio si uniformeranno uno dopo l’altro alla scansione del tempo della città egemone. Tuttavia gli antichi Fasti – è ... Continua a leggere »

Rilievi Grimani

Rilievi Grimani

La lastra appartiene ad una serie di rilievi che prendono il nome dal primo proprietario  e che oggi sono conservati al Kunsthistorisches Museum di Vienna. Negli anni settanta, reimpiegato in un edificio di età tardo imperiale, fu rinvenuto l’esemplare prenestino, esposto invece presso il Museo Archeologico Nazionale di Palestrina insieme alle copie in marmo dei rilievi viennesi. Le opere, datate ... Continua a leggere »

Mosaico dei pesci

Mosaico dei pesci

Il cosiddetto Antro delle Sorti era in origine una grotta naturale, poi inquadrata, intorno alla metà del II secolo a.C., in una struttura di blocchi di tufo e, da ultimo, alla fine dello stesso secolo, inserita nel complesso forense. A quest’ultimo momento risale la splendida decorazione musiva, purtroppo danneggiata dai riusi successivi dell’ambiente come locale per la produzione della calce. ... Continua a leggere »

Le origini mitiche ed il più antico abitato di Praeneste

Antichi miti attribuiscono la fondazione della città a personaggi diversi; le fonti greche la riconducono a Prainestos, figlio di re Latino e nipote di Ulisse, oppure a Telegono, figlio dello stesso Ulisse e di Circe. Virgilio, invece, raccoglie una tradizione italica secondo la quale a costruire la città sarebbe stato Caeculus, il figlio cieco del dio Vulcano, successivamente ucciso da ... Continua a leggere »

L’età Arcaica (VI-V secolo a.C.)

Per il periodo successivo le testimonianze offerte dalla necropoli sono molto più esigue, anche se dimostrano comunque una continuità di rapporti con l’Etruria, e potrebbero far supporre un periodo di crisi della città, almeno fino alla fine del VI sec. a.C., anche se è possibile che tale vuoto di documentazione dipenda dalla dispersione subita dal materiale durante gli scavi ottocenteschi. ... Continua a leggere »

L’età Repubblicana e le Guerre Puniche

Mentre i reperti archeologici documentano quindi la ricchezza e l’importanza di Praeneste in età orientalizzante ed arcaica, le prime notizie tramandate dagli autori antichi risalgono solo all’inizio dell’epoca repubblicana, quando se ne ricordano i contrastati rapporti con la Lega Latina. Sappiamo inoltre che già alla fine del V sec. a.C. alcuni membri delle più importanti famiglie prenestine, come gli Anicii, ... Continua a leggere »

La tarda età Repubblicana e la nuova ricchezza di Praeneste

Alla fine del II sec. a.C. si assiste ad una nuova sensibile rinascita della città di Praeneste, che vive una fase di grande prosperità e ricchezza, documentata principalmente dalla imponente ristrutturazione urbanistica e monumentale, che riguarda gran parte degli edifici pubblici, sia di carattere civile che sacro. I prenestini infatti, come altri cittadini di molti centri del Lazio, approfittando delle ... Continua a leggere »